Udon noodles e la loro strana preparazione Febbraio 1, 2021 – Posted in: Pasta Giapponese – Tags: ,

Udon noodles- cucina- giapponese

Gli Udon noodles sono spaghetti piuttosto grandi, simili ai nostri pici, di forma rotonda o quadrata. L’impasto è composto da farina, sale e acqua.

 Udon noodles- cucina- giapponese

 

La storia degli Udon noodles

La storia di questi spaghetti inizia in Cina, quando una spedizione diplomatica riportò con sé in Giappone la ricetta degli Udon noodles.

Per il primo periodo, e per molti anni a venire, gli Udon erano un cibo esclusivamente riservato alla nobiltà e ai monaci. Questo succedeva perché la produzione degli Udon non era semplice in quei giorni. La coltivazione del grano, infatti, era poco diffusa e la macina di pietra era un lusso riservato ai pochi che la utilizzavano per ottenere il matcha (tè verde giapponese molto famoso).

Nel periodo Sengoku (XVI secolo), le guerre tra samurai favorirono lo sviluppo della lavorazione della pietra. Si impiegarono molte persone nella fortificazione muraria e così questa lavorazione venne presto assimilata.

Si costruirono macine per ottenere la farina e in questo modo i cittadini si accorsero di quanto fosse più semplice coltivare il grano rispetto al riso (il riso era meno resistente al clima avverso). Fu così che i cittadini trovarono un ottimo mezzo per garantire loro la sopravvivenza.

Dopo questi avvenimenti, la diffusione degli Udon noodles arrivò al suo picco nel periodo Edo, un’epoca molto florida per il Giappone, che permise a questo piatto di diventare alla portata di tutti.

La strana preparazione degli Udon noodles

Come dicevamo, l’impasto degli Udon è composto da farina 00, sale e acqua, ma la sua particolarità non sta nell’impasto; ma nell’impastarlo!

Gli Udon dovrebbero risultare gommosi, più gommosi rispetto ai noodles del Ramen, ad esempio. Per questo motivo richiedono molta forza quando li si impasta. A volte la forza delle braccia non è sufficiente e quindi gli Udon noodles vengono impastati con i piedi.

Esatto, proprio con i piedi, ovviamente con le dovute norme igieniche. In genere, l’impasto è posto in due sacchetti chiusi, a cui è stata tolta l’aria. Successivamente, viene posizionato sul pavimento, per essere impastato con i piedi.

Il procedimento, oltre che essere utile, è anche molto divertente. Soprattutto da fare con bimbi piccoli.

Tipologie di preparazione

Udon noodles- cucina- giapponese

Gli Udon noodles possono essere gustati sia caldi che freddi. In questo paragrafo vediamo le preparazioni più comuni.

Udon caldi

  • Kake Udon. È la preparazione più comune e semplice. Gli Udon vengono messi in una ciotola con brodo dashi (tonno essiccato e alga kombu), erba cipollina e cipollotto e vengono gustati in accompagnamento ad altre pietanze.
  • Kitsune Udon. Sono tipici del Kansai. Su questi Udon si aggiunge del tofu fritto.
  • Tempura Udon. In questo caso si aggiunge Tempura di verdure o gamberi.
  • Tsukimi Udon. Semplici kake Udon con aggiunta di uovo crudo che cuoce nel brodo.
  • Wakame Udon. Con aggiunta di alga wakame.
  • Yaki Udon. Una volta cotti gli Udon noodles, vengono saltati in padella con pesce e verdure.

Udon freddi

  • Zaru Udon. In questo caso gli udon vengono serviti freddi e intinti in una salsa chiamata Tsuyu, (tipica della Zaru Soba), prima di essere mangiati.